Impugnazione dell’atto presupposto e pregiudiziale amministrativa

Corte di Cassazione, Sezioni Unite Civili, Sentenza n. 2481 del 31/01/2017

ILLEGITTIMITÀ ATTO PRESUPPOSTO – IMPUGNAZIONE IN VIA PRINCIPALE O INCIDENTALE – GIUDICE AMMINISTRATIVO E GIUDICE ORDINARIO – PREGIUDIZIALE AMMINISTRATIVA

Pronunciandosi su ricorso in materia elettorale (nella specie il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Latina) le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione hanno ricordato che “l’illegittimità di un atto amministrativo presupposto può, di regola, essere fatta valere sia in via autonoma, mediante impugnativa principaliter davanti al giudice amministrativo, e sia in via incidentale, sollecitandone la disapplicazione da parte del giudice ordinario nella controversia su diritti soggettivi pregiudicati da atti o provvedimenti consequenziali. I due rimedi, cioè, possono in astratto concorrere, ovviamente con le limitazioni derivanti dalla pregiudizialità del processo amministrativo e dalla formazione del giudicato amministrativo sull’atto a contenuto generale” (Sez. U, n. 10124 del 1994; v. anche Cons. Stato Sez. IV, 15/02/2001, n. 732), posto che l’annullamento di un atto regolamentare o di contenuto generale opera con efficacia “erga omnes” (v., per tutte, Sez. I, n. 23748 del 2007).

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *