Spazzacorrotti

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità della Legge 9 gennaio 2019 n. 3 c.d. “Spazzacorrotti” nella parte in cui estende ai reati contro la pubblica amministrazione l’esclusione dalla concessione dei benefici e delle misure alternative alla detenzione ex art. 4 bis dell’Ordinamento penitenziario (Divieto di concessione dei benefici e accertamento della pericolosità sociale dei condannati per taluni delitti).

In attesa delle motivazioni la Corte ha ricordato come le modifiche peggiorative della disciplina sulle misure alternative alla detenzione vengono applicate retroattivamente, ma in merito alla Legge “Spazzacorrotti” manca una disciplina transitoria che impedisca l’applicazione delle nuove norme ai condannati per un reato commesso prima dell’entrata in vigore della legge in esame, ponendosi in contrasto con l’art. 25 comma 2 della Costituzione.

Link al comunicato stampa sul sito ufficiale della Corte Costituzionale

https://www.cortecostituzionale.it/documenti/comunicatistampa/CC_CS_20200212135630.pdf

Share This: